Veronica Benini

Ispiratrice al femminile, Spora, Stiletto Academy

Comunicazione

Comunicazione a Milano è tutto e niente, la sfida è farne qualcosa di buono. Dalla comunicazione di genere che punta all’equità alla comunicazione sui generis che cerca la differenziazione. Questo tavolo parte da grandi professionalità e da nuove voci del mondo dell’editoria e dei media per provare a pensare lateralmente e a trasmettere i messaggi in un "linguaggio femminile".

1

Cultura

La “cultura” è un comparto in ascesa per l’economia del territorio, tra attrattività, generazione di contenuti e cross fertilization. Questo tavolo, partendo dall’impresa culturale e dalla sua fenomenologia, si propone di discutere dell’arte di fare impresa e dell’impresa nel mondo dell'arte; di come produrre contenuti e come lasciarne traccia sul territorio.

2

Andreè Ruth Shammah

Regista teatrale, imprenditrice, Teatro Franco Parenti

Ilaria Puddu

Imprenditrice, food startupper, creatrice di format gastronomici

Innovazione

Innovazione non è solo cambiamento tecnologico e riorganizzazione materiale, oggi disruptive innovation implica l’intuito di anticipare esigenze, trend e nuovi modelli di consumo. Soprattutto nel commercio e nei servizi, i settori del Made in Milan come furniture e fashion, e oggi anche food, stanno vivendo una sfida continua che li esalta come straordinari palcoscenici di innovazione pervasiva. C’è una generazione di donne che sta generando cambiamento grazie ad un pensiero alternativo, coraggioso e intraprendente.

3

Sostenibilità

Al giorno d’oggi le performance ambientali e sociali delle aziende possono essere misurate in maniera tanto solida quanto i risultati economici, diventando reali parametri di crescita. Questo tavolo si propone di essere trampolino di buone pratiche per “sostenere la sostenibilità” in azienda.

4

Roberta Talarico

Strategic Advisor, Bye - Be Your Essence, Impact Builder

Patrizia Fontana

Headhunter, Talent in Motion, Forum della Meritocrazia

Impegno sociale

Non responsabilità sociale d’impresa come beneficienza, ma impegno sociale come ritorno naturale alla comunità. Se il tempo è il valore più grande, il tempo sprecato non è quello della gratuità, è quello dove non si crea valore. Attraverso le storie di chi ha dedicato il proprio tempo a generare qualcosa che va oltre se stessa, questo tavolo si occupa dell’impegno sociale che diventa costruzione imprenditoriale, qualificazione personale e nuova linfa del contesto economico.

5